Italianmyfood

Sinfonia di sapori

€39

Tasse incluse. Spedizione calcolata al checkout.

Una sinfonia di sapori complessi, contraddittori, contrastanti, che nei loro opposti riescono a creare un equilibrio perfetto: un menu per celebrare la Primavera, in tutte le sue sfumature.

Voi pensate a portare in tavola il Menù, il vino lo offriamo noi.
Un Barbera Cascina Boschetti per brindare a voi.

I piatti

Dalla Mesopotamia di 2000 anni fa, alle nostre tavole: la coltura dell’asparago si tramanda fin dai tempi più antichi. Per la raccolta in epoca romana furono organizzate vere e proprie spedizioni, tanto che le navi che partivano alla sua ricerca erano chiamate “asparagus’’, ovvero “germoglio”, l’unica parte commestibile della pianta.

Gli asparagi hanno altissime proprietà depurative, vitaminiche e, secondo alcune fonti, afrodisiache. Dato il clima piemontese, una cosa è certa: se cominciano a vedersi tra i menu, la primavera è alle porte.

Bollita, saltata in padella, al forno col formaggio, nel risotto: questa pianta si presta a tantissime ricette. Il nostro chef la propone in un gustoso tortino, come antipasto o secondo piatto, per salutare l’inverno e dare il benvenuto alla nuova stagione.

    Ingredienti e valori nutrizionali

    Ingredienti: LATTE, Acqua, Asparagi(13%), UOVA, Burro (LATTE), Farina 00 (GLUTINE), Parmigiano (LATTE), Olio extra-vergine di oliva, Base per tortino [farina di grano (GLUTINE), margarina (grassi di palma, acqua, olio di colza, emulsionante E471, acido E330), acqua, sale], Sale.

    Modalità di conservazione: Conservare in frigorifero a +4°C

    Valori nutrizionali medi per 100 g:

    Energia 412 Kj/ 98 Kcal
    Grassi 6,9 g
     - Di cui acidi grassi saturi 3,4 g
    Carboidrati 5,1 g
    - Di cui zuccheri 2,0 g
    Proteine 3,7 g
    Sale 0,64 g

    Questo piatto è una piccola rivoluzione culinaria, che travalica le leggi della matematica: cambiando l’ordine degli ingredienti, il risultato cambia eccome!

    Celebre la bagnacauda (in dialetto “bagna caoda”, letteralmente, “salsa calda”) a base di acciughe e aglio, cotta nell’olio. Ha antenati in Francia, nella bassa Provenza: da qui i mercanti piemontesi la importarono, andando alla ricerca di sale e acciughe alle foci del Rodano. Comprare acciughe salate era un escamotage utilizzato per importare il sale senza dover pagare i dazi. Adattata nei secoli e fatta propria in particolare nelle Langhe, si consuma bollente nei mesi invernali.

    Della bagnacauda con le verdure, lo chef ha preso le verdure e le ha racchiuse tra sottili strati di pasta fresca: nasce così un primo piatto ricco, per i primi accenni della primavera. I broccoli, le patate e i porri riempiono un fagottino nappato dalla salsa di bagnacauda, ingentilita e resa leggermente più delicata rispetto alla ricetta tradizionale che chi ama questo piatto conosce.

    La lasagna incontra così la tradizione, la riadatta e ne celebra la storia con le verdure di stagione che - da sempre - accompagnano questa salsa piemontese.

    Ingredienti e Valori nutrizionali

    1. Lasagna di verdure

    Ingredienti: LATTE, Porri(13%), broccoli(13%), olio extra-vergine d’oliva, farina 00 (GLUTINE), farina di semola (GLUTINE), UOVO, burro (LATTE),  olio di semi di ARACHIDE, sale.

    Modalità di conservazione: Conservare in frigorifero a +4°C

    Modalità di utilizzo: Consumarsi previa cottura seguendo le indicazioni delle ricette all'interno della box

    Valori Nutrizionali (Valori medi per 100g di prodotto):

    Energia: 853 kJ / 204 kcal
    Grassi:
    12,3 g
    - Di cui acidi grassi saturi:
    3,7 g
    Carboidrati: 17,9 g
    - Di cui zuccheri: 2,9 g
    Proteine: 4,8 g
    Sale: 3,99 g
    2. Salsa di acciughe

    Ingredienti: olio extra-vergine d’oliva, ACCIUGHE (27%), acqua, aglio, amido di mais, addensante: gomma xantana

    Modalità di conservazione: Conservare in frigorifero a +4°C

    Modalità di utilizzo: Consumarsi seguendo le indicazioni delle ricette all'interno della box

    Valori Nutrizionali (Valori medi per 100g di prodotto):

    Energia: 2000 kJ / 477 kcal
    Grassi:
    48,2 g
    - Di cui acidi grassi saturi:
    7,0 g
    Carboidrati: 3,3 g
    - Di cui zuccheri: 0,1 g
    Proteine: 7,5 g
    Sale: 3,99 g

    La saggezza contadina insegna che, nel pollaio, possa esserci un solo gallo: per questo, già ai tempi dell’antica Grecia, era pratica comune quella di castrare i polli maschi. Con l’ulteriore vantaggio che il cappone, castrato in giovane età, mantiene una carne più tenera e prelibata. Reso celebre nella letteratura italiana dal Manzoni ne I Promessi Sposi, quando il protagonista Renzo ne porta quattro vivi in dono all’Azzeccagarbugli, nei secoli si è ritagliato uno spazio, nella cultura agricola, come regalo prestigioso e come piatto succulento.

    Fatto bollire, la sua polpa viene staccata dalle ossa e cotta in vaso, sott’olio. A esaltarne il sapore, nella nostra insalata, niente supera il gusto del Tartufo Nero Pregiato del Piemonte, prelibatezza del sottosuolo, ancora oggi frutto del lavoro dei trifolao, accompagnati nella cerca dai fedeli tabui, i cani da tartufo.

    La salsa di sedano rapa ammorbidisce delicatamente il piatto e si accosta alla croccantezza e all’acidità del cavolfiore, per un tripudio di sapori unici, ideato dal nostro chef.

    Ingredienti e Valori nutrizionali

    1. Crema di sedano rapa

    Ingredienti: SEDANO RAPA (87%); Burro (LATTE); Acqua; LATTE; Sale.

    Valori Nutrizionali (Valori medi per 100g di prodotto):

    Energia 337 Kj/ 80 Kcal
    Grassi: 7,3 g
    - Di cui acidi grassi saturi: 4,6 g
    Carboidrati: 0,8 g
    - Di cui zuccheri: 0,8 g
    Proteine: 2,1 g
    Sale: 0,53 g

     

    2. Cavolfiori all'agro??

    Per questo dessert siamo di fronte all’ennesimo dubbio storico: i marron glacé sono piemontesi o francesi? Vero è che a un certo punto queste due culture cooperavano, e sarebbe ingenuo non pensare che gli scambi culturali non avvenissero anche tra i fuochi delle cucine reali.

    Fatto sta che ancora oggi non sappiamo ancora con certezza chi abbia inventato questo dolce candito e croccante.

    Sappiamo che le castagne sono decisamente più numerose tra le montagne cuneesi, ma un severo disciplinare per i marron glacé indica che non è tanto la quantità, quanto la qualità a essere imprescindibile: si devono produrre solo con le varietà Marrone, Marrubia e Garrone Rosso e Nero.

    Il nostro chef ha scelto i marron glacé di Borgo San Dalmazzo, alle porte di Cuneo, e allora uniamo di nuovo le due culture con un dessert un po’ ibrido che va servito freddo, ma scalda la tavola con la sua portata più dolce.

    Ingredienti e Valori nutrizionali

    Mousse di Castagne e Marron Glacé

    Ingredienti: Crema di marroni alla vaniglia (32%): marroni, zucchero di canna, sciroppo di glucosio-fruttosio, estratto naturale di vaniglia Bourbon, 49g di frutta per 100g, 70g per 100g; Panna (LATTE); Latte; Tuorlo d’UOVO; Zucchero; Gelatina alimentare.

    Modalità di conservazione: Conservare in frigorifero a +4°C

    Modalità di utilizzo: Consumarsi seguendo le indicazioni delle ricette all'interno della box

    Valori Nutrizionali (Valori medi per 100g di prodotto):

    Energia: 1146 kJ / 273 kcal
    Grassi:
    19 g
    - Di cui acidi grassi saturi:
    11,9 g
    Carboidrati: 22,7 g
    - Di cui zuccheri: 15,6 g
    Proteine: 3 g
    Sale: 0,07 g
     

    Ti potrebbero interessare

    Visti di recente