Per questo dessert siamo di fronte all’ennesimo dubbio storico: i marron glacé sono piemontesi o francesi? Vero è che a un certo punto queste due culture cooperavano, e sarebbe ingenuo non pensare che gli scambi culturali non avvenissero anche tra i fuochi delle cucine reali.

Fatto sta che ancora oggi non sappiamo ancora con certezza chi abbia inventato questo dolce candito e croccante.

Sappiamo che le castagne sono decisamente più numerose tra le montagne cuneesi, ma un severo disciplinare per i marron glacé indica che non è tanto la quantità, quanto la qualità a essere imprescindibile: si devono produrre solo con le varietà Marrone, Marrubia e Garrone Rosso e Nero.

Il nostro chef ha scelto i marron glacé di Borgo San Dalmazzo, alle porte di Cuneo, e allora uniamo di nuovo le due culture con un dessert un po’ ibrido che va servito freddo, ma scalda la tavola con la sua portata più dolce.

Ingredienti e Valori nutrizionali

Mousse di Castagne e Marron Glacé

Ingredienti: Crema di marroni alla vaniglia (32%): marroni, zucchero di canna, sciroppo di glucosio-fruttosio, estratto naturale di vaniglia Bourbon, 49g di frutta per 100g, 70g per 100g; Panna (LATTE); Latte; Tuorlo d’UOVO; Zucchero; Gelatina alimentare.

Modalità di conservazione: Conservare in frigorifero a +4°C

Modalità di utilizzo: Consumarsi seguendo le indicazioni delle ricette all'interno della box

Valori Nutrizionali (Valori medi per 100g di prodotto):

Energia: 1146 kJ / 273 kcal
Grassi:
19 g
- Di cui acidi grassi saturi:
11,9 g
Carboidrati: 22,7 g
- Di cui zuccheri: 15,6 g
Proteine: 3 g
Sale: 0,07 g